La fine del mondo.

21/12/12

Il giorno dei giorni.
E’ più di un anno che se ne parla,finalmente ci siamo,la fine del mondo predetta dai Maya è arrivata.
Quindi, aspettando l’apocalisse,scriverò in ricordo dei tempi che furono.
Finalmente,tutto finirà,chissà chi,magari extraterrestri,magari asteroidi impazziti,magari un implosione cosmica,ad un certo punto però la luce si spegnerà e scompariremo tutti.
Finalmente quest’odio che ha caratterizzato da sempre l’umanità cesserà,finiranno guerre,carestie, povertà;
i bambini smetteranno di morire di fame,non ci saranno più stragi,più atti terroristici, più sfruttamenti;
non ci saranno più furti, più stupri, più suicidi;
tutto sparirà per sempre.
Non dovremo più preoccuparci del prossimo,ne essere invidiosi di lui,del suo lavoro,della sua macchina o semplicemente del suo sorriso. Non ci sarà più un prossimo.
Per anni non abbiamo fatto altro che cercare di accaparrarci ogni cosa,di volere sempre e comunque primeggiare,in modo disonesto e subdolo,abbiamo abbandonato chi era in difficoltà,per egoismo,puro egoismo, non ci siamo privati di niente,ingordi,affamati,abbiamo rubato,sfruttato,distrutto.
Ci avevano donato una terra fantastica e noi pian piano l’abbiamo distrutta,inquinata,dopo averla usata senza ritegno,senza pensare ad un futuro,perché siamo ingordi.
Sono contento che tutto finirà.
Col tempo ci siamo dimenticati che il valore delle persone non è direttamente proporzionale a ciò che hanno, ma a ciò che sono.
C’è lo siamo dimenticati.
Abbiamo preferito avere un telefono intelligente in tasca piuttosto che belle idee in testa.
Abbiamo preferito guadagnare soldi trascurando chi avevamo intorno,abbiamo preferito un televisore ad un sorriso.
Le relazioni tra di noi, si sono evolute cosi dicono,ma la verità è che sono regredite parecchio. Paura della società, paura dello stare in mezzo agli altri, nascondersi, difficoltà nel relazionarsi, questi non sono passi avanti per l’umanità, sono grandi passi indietro. Ci siamo chiusi a riccio,in una bolla trasparente, da cui giudichiamo tutti, puntando il dito, credendo di essere superiori.
Il concetto di superiorità appunto, anche quest’idea frutto della malvagità umana, da quando ci misero in testa che ci sono persone superiori ad altre non abbiamo fatto altro che cercare di essere superiori.
Ci siamo dimenticati forse che siamo sempre stati tutti uguali?Ci siamo dimenticati che le nostre origini saranno sempre le stesse?Si lo abbiamo dimenticato,anzi rimosso.
Ma sono tranquillo perché fra qualche ora tutto finirà.
Non respirerò più quella falsità che mi circonda, non vedrò più la morte ogni giorno, non sentirò più le bombe che cadono e distruggono tutto.
Sarà tutto finito,spegneranno la luce..e ricomincerà tutto,perché la speranza è l’ultima a morire.
 garo.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...