Primo Sole.



Sole caldo,che bacia ogni cosa, questo sole si fa desiderare e quando arriva accontenta tutti, uno dei pochi che con la sua presenza riesce ad unire il mondo.
In questo tempo così incerto, dove tutto sembra creato per dividere, eccolo, una certezza, quando fa capolino tra le piogge e le nevi di questa stagione troppo fredda e grigia.
Solitamente arriva in settimana senza dire niente e comincia ad asciugare il pantano, scalda gli alberi, scalda le persone, pulisce l’aria e colora tutt’ intorno. Le campagne prendono vita, le città prendono luce, la gente è felice e per qualche momento dimentica ogni problema. 
Il sole è prezioso, ma il sole d’inverno lo è ancora di più, ti sveglia dal torpore invernale.

E’ un anteprima della primavera e lo senti dai rumori, dai suoni, da profumi è un amico che non rivedevi da un po e ti concede il suo calore piacevole senza esagerare troppo, al sole d’inverno, ci puoi parlare senza correre il rischio di rimanere ustionato, ti ascolterà finché avrà a disposizione il suo tempo. (E’ molto impegnato, deve correre tra un continente e l’altro… )
Accende gli animi, fa uscire i bambini di casa, fa portare a spasso i cani, fa volare gli uccelli, fa ridere di gusto, ti fa svegliare bene la mattina, ti fa venire voglia di cantare a squarciagola, ti fa lavorare in maniche corte, ti fa sudare un po, ti fa lavare la macchina, ti asciuga i panni all’aria aperta, ridona a tutti ciò che il grigio ha tolto. 
Il sole d’inverno è pura magia se credi nelle magie.
E’ un elemento fondamentale della vita si sa, ha un influenza incredibile su tutti. A volte preferiamo la pioggia a volte la neve, ma per brevi periodi ed in determinati luoghi, il sole invece, lo vorremmo sempre e ovunque con noi.

Il presente va vissuto per davvero ed è per questo motivo che dovremmo goderci il Nostro sole, anche se siamo pieni di impegni e il lavoro c’è lo impedisce, sarebbe bello trovare un angolino per lui e per noi.
Forse d’inverno,forse questo inverno, per tutti, necessita di più Sole, ed è questo il motivo che mi ha spinto a scrivere oggi, vorrei ricordare fra qualche mese il primo vero sole del 2013, e ricordarlo con piacere,come quando esci di colpo da una fitta nebbia e ti ritrovi un cielo limpido, un paesaggio sconfinato, con un orizzonte inarrivabile, di quelli che ti spingono a non porti nessun limite.

Ecco, per me il sole è questo, un’incentivo, uno stimolo, un’aiuto, un grande faro che illumina il percorso, e non resta che mettersi in moto, seguire le aspirazioni, protetto da quella palla gassosa che da sempre dona vita e continuerà a farlo speriamo, per molto altro tempo ancora. 

Daniele Gareri.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...