Il pessimista.

Il pessimista vede tutto nero, sempre, anche un una giornata di sole.
Lui non coglie la positività nelle cose, tutt’altro: vede il male ovunque, anche dove non c’è.
Il pessimista, cammina insicuro, a testa bassa, scuro in volto. Il suo sguardo si perde e rassegnato sopravvive alla vita.
Dice che non cambierà mai niente, dice che ogni sforzo sarà invano, dice che possiamo interessarci davvero a qualunque cosa, ma alla fine tutto rimarrà cosi com’è.
Il pessimista è colui che si lamenta giorno e notte, ovunque.
Si lamenta di OGNI COSA, e distrugge i sogni altrui. Il pessimista non fa niente per cambiare le cose, ma parla tanto.
Dice che siamo degli illusi, noi.
Dice proprio cosi: “Illusi voi che credete in un mondo migliore” oppure “Illusi voi che credete nei cambiamenti!!”
Ah, questo pessimista è un tipo terribile.
Va molto d’accordo con il disfattista, altro individuo poco raccomandabile.
Solitamente concordano su molti punti dei loro brutti discorsi.

L’esistenza per loro è già segnata, dicono che qualunque cosa si faccia, sarà sempre una sconfitta, una perdita di tempo, per loro bisogna accettare quello che viene, senza reagire senza lottare, senza controbattere, senza PARTECIPARE. I colori preferiti per questi individui sono il Nero, il grigio, il grigio scuro ed il grigio chiaro.
Nella cattiva sorte, sanno già di essere spacciati, pensando che non ci sia più nulla da fare. Non tentano, non rischiano, non fanno NIENTE di NIENTE e continuano a parlare, soprattutto ora, nel 2013, in Italia.

Passano l’intera vita a lamentarsi, lamentarsi di continuo, spegnere i sogni di chi crede, spezzare le ali di chi vuole e può volare, di chi vede un’opportunità di crescita, di cambiamento, di miglioramento, non prendono parti stanno nel mezzo, non fanno scelte, spesso tradiscono, rimangono in quel limbo, immobili, completamente inconsistenti, accusando tutti gli altri che con piccoli e ai loro occhi, insignificanti gesti, provano a cambiare qualcosa, di essere degli stupidi e ingenui illusi.

Un’ esistenza di questo tipo rimarrà anonima e scura. Le sconfitte possono fare male, metterci in ginocchio, distruggere le nostre ambizioni o offuscare i nostri obbiettivi, ma questi non saranno mai buoni motivi per mollare la presa o rassegnarsi ad una sconfitta a prescindere. C’è chi è stanco ed arranca ed ha ancora negli occhi quella luce, luce di speranza che non muore mai. MAI!  
A loro mi ispiro, grandi eroi dei giorni nostri, veri paladini di un mondo migliore, di un mondo concreto, di un mondo genuino e profumato, a loro dico grazie se trovo la forza di volere dare il mio CONTRIBUTO e come me molti altri che non si arrendono, che non si abbattono!

Infine, a voi pessimisti, vi chiedo di fare un piccolo sforzo: se non credete a nulla di buono è una vostra scelta e come tale va rispettata, ma per favore, non intralciate i NOSTRI SOGNI, MAI!

Daniele Gareri.

2 pensieri su “Il pessimista.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...